è stato aggiunto all’elenco progetto.
×

Luce e illuminazione

Luce e illuminazione

L’intensità luminosa E [ lx ] e il grado di riflessione della superficie ρ confluiscono, secondo la seguente formula, nel calcolo della luminanza L [ cd/m2 ]:

L = E · ρ / π


 
La luminanza e pertanto l’effetto dell’edificio o del monumento illuminato, è influenzata in modo notevole dal grado di riflessione, che si riduce con l´inquinamento. Tuttavia l’effetto dello sporco si riduce se il materiale originale è più scuro e ruvido. L’intensità luminosa deve essere adattata per poter ottenere la stessa luminanza o la stessa impressione percepita.

L’aspetto dell’edificio è tanto più suggestivo quanto più si distingue dallo sfondo. L’illuminazione di una torre al centro di una città illuminata, richiede sicuramente un’intensità luminosa superiore rispetto a una situazione con uno sfondo scuro, come nel caso di un castello immerso nel nulla di una campagna.
 

Edificio indipendente
Edificio in paese
Edificio in una piccola città
Edificio in una grande città



La tabella mostra le modifiche delle intensità luminose rispetto all’ambiente in cui è situato l’oggetto e ai materiali delle superfici

Superfici
illuminate
Riflessione Edificio
indipendente


Ambiente
scuro
Edificio
in paese


Ambiente
scuro
Edificio
in una piccola città


Ambiente
mediamente chiaro
Edificio
in una grande città


Ambiente
chiaro

Luminanza:
L = 5 cd/m2

Luminanza:
L = 10 cd/m2

Luminanza:
L = 15 cd/m2

Luminanza:
L = 20 cd/m2


Superfici colorate


intensità luminose necessarie
Bianco 90 % 7,5 lx 15 lx 22,5 lx 30 lx
Pastello 60 % 15 lx 30 lx 45 lx 60 lx
Grigio 40 % 30 lx 60 lx 90 lx 120 lx
Colore scuro 10 % 90 lx 180 lx 270 lx 360 lx


Pietra


intensità luminose necessarie
Pietra chiara, marmo 60 % 15 lx 30 lx 45 lx 60 lx
Pietra arenaria 30 % 40 lx 80 lx 120 lx 160 lx
Granito scuro 10 % 90 lx 180 lx 270 lx 420 lx


Mattone laterizio


intensità luminose necessarie
Pietra giallo chiaro 60 % 20 lx 40 lx 60 lx 80 lx
Pietra marrone chiaro 40 % 40 lx 80 lx 120 lx 160 lx
Pietra rosso scuro 10 % 100 lx 200 lx 320 lx 420 lx


Legno


intensità luminose necessarie
Betulla chiara 60 % 20 lx 40 lx 60 lx 80 lx
Quercia scura 20 % 80 lx 160 lx 240 lx 320 lx


Calcestruzzo


intensità luminose necessarie
Grigio chiaro 60 % 30 lx 60 lx 90 lx 120 lx
Grigio scuro 40 % 60 lx 120 lx 180 lx 240 lx


Metallo


intensità luminose necessarie
Alluminio naturale 60 % 30 lx 60 lx 80 lx 120 lx
Acciaio zincato 40 % 60 lx 120 lx 180 lx 240 lx
Ferro color ruggine 20 % 100 lx 200 lx 300 lx 400 lx

 
 
 

Influsso di superfici di riflessione

Malgrado un’illuminazione a norma, a seconda delle condizioni del suolo, delle pareti e del soffitto, il livello di illuminazione può essere percepito come troppo scarso.

In ambienti pubblici le norme per la progettazione dell’illuminazione sono molto utili, tuttavia l’influsso delle condizioni ambientali non è trascurabile. A titolo esemplificativo consideriamo un atrio pubblico, una piazza pubblica e una via principale cittadina. Le norme per l’illuminazione della piazza e dell’atrio indicate in lux [ lx ], ossia l’intensità luminosa. Le norme per le strade cittadine principali sono definite considerando la luminanza, candele per metro quadrato [ cd/m2 ].
 

 

Atrio pubblico · 800 m2

Di conseguenza, per un atrio pubblico si considera un’intensità luminosa media di 200 lx. A partire da uno spazio medio, la norma prescrive caratteristiche di riflessione ben definite da pareti, soffitti e suolo. Se i parametri sono modificati, l’intensità luminosa prescritta rimane costante su 200 lx. L’impressione suscitata dall’ambiente è tuttavia completamente diversa: il livello di illuminazione percepito è troppo basso. Consultando la tabella è possibile rilevare che qui la luminanza si riduce al 50% del valore iniziale. Per questo motivo suggeriamo, in questo caso, di aumentare l’intensità luminosa di ca. 100 lx, arrivando a 300 lx. In questo modo l’illuminazione percepita nel locale è più piacevole.

Intensità luminosa 200 lx 200 lx
locale chiaro locale scuro
Riflessione pavimento 20 % 10 %
Riflessione parete 50 % 30 %
Riflessione soffitto 70 % 50 %

Luminanza

12 cd/m2

6 cd/m2
il nostro suggerimento + 100 lx

 

Piazza pubblica · 2500 m2

Condizioni simili valgono nel caso della piazza pubblica. Il valore prescritto per l’intensità luminosa è pari a 10 lx. In presenza di pavimenti chiari, con una riflessione del 30%, si ottiene una luminanza di 1 cd/m2. Se la riflessione del pavimento si riduce al 10%, con l’intensità luminosa prescritta di 10 lx rimane una luminanza di soli 0,35 cd/m2 . In questo caso suggeriamo di aumentare l’intensità luminosa di 10 lx. Tale variazione modificherà in positivo la sensazione di chiunque si intrattenga sulla piazza.

Intensità luminosa 10 lx 10 lx
pavimento chiaro pavimento scuro
Riflessione pavimento 30 % 10 %

Luminanza

12 cd/m2

0,35 cd/m2
Il nostro suggerimento + 10 lx

 

Strada principale all’interno della città

Per l’illuminazione stradale, i progettisti ritengono fondamentali l’uniformità della luce sulla carreggiata e le corrispondenti distanze tra gli apparecchi.

In questo caso, la norma indica valori per una luminanza media. La seguente tabella indica l’effetto di rivestimenti stradali chiari e scuri sulle distanze tra gli apparecchi. Nel caso di un rivestimento chiaro ( C1 ), la distanza tra gli apparecchi indicata è pari a 36 m. Nel caso di superfici della carreggiata scure ( C2 ), la distanza si riduce di 10 m, di conseguenza è pari a 26 m. Calcolando il numero di apparecchi sulla base di un chilometro, essi sono compresi tra 28 e 38. La scelta del rivestimento stradale sortisce pertanto degli effetti diretti sul budget, non trascurabili nella progettazione.

Luminanza 0,5 cd/m2 0,5 cd/m2
rivestimento stradale chiaro C1 rivestimento stradale scuro C2
Distanza tra gli apparecchi 36 m 26 m
Apparecchi su 1 km 28 apparecchi 38 apparecchi