Luce e illuminazione

Luce e illuminazione

Luce e illuminazione


Panoramica     Piazzale antistante     Edificio stazione ferroviaria     Negozio



Esempio 2:
edificio stazione ferroviaria

Due strutture massicce collegate tramite un tetto a botte. I lati frontali di questa stazione sono vetrati e forniscono una visione chiara dei binari. A destra e a sinistra le gallerie con negozi guidano all’interno dell’edificio. Al centro dell’atrio è presente uno sportello informazioni. Nel loro prolungamento verso il retro, le scale portano ai marciapiedi. Si analizzano le condizioni di luminanza dall’ingresso alla stazione fino alle scale che portano ai binari. Si registra la luminanza più bassa, ossia “1”, nel settore coperto direttamente davanti alla stazione.

Quando si accede all’atrio, la luminanza si triplica. Il centro informazioni all’aperto è anch’esso illuminato da luce. Si origina un rapporto 1 : 3 : 6. Le gallerie con negozi sono illuminate in modo leggermente maggiore rispetto all’atrio. L’illuminazione delle vetrine è tralasciata in questa sede, perché essa può variare a seconda del momento della giornata ed è regolata a discrezione del titolare del negozio. Rispetto all’ingresso, i passaggi sono dotati di un’intensità luminosa di 1 : 4. Presso le scale verso i marciapiedi la luce diminuisce di nuovo. Qui la luminanza è pari al doppio di quella dell’ingresso, pertanto il rapporto è 1 : 2.

 
 
 

a) Gallerie verso i binari aumentata di tre volte Luminanza
b) Centro informazioni aumentata di sei volte Luminanza
c) Gallerie con negozi aumentata di quattro volte Luminanza
d) Atrio della stazione aumentata di quattro volte Luminanza
e) Ingresso aumentata di una volta Luminanza

Questa prospettiva aerea illustra i rapporti tra le luminanze. Anche qui il valore della luminanza più basso è definito con 1. Il risultato è pari a 1 : 4 : 6 : 4 : 3.


Panoramica     Piazzale antistante     Edificio stazione ferroviaria     Negozio