Luce e illuminazione

Luce e illuminazione

Luce e illuminazione


 

Rotatoria


Le rotatorie rappresentano tipiche zone di conflitto nell’illuminazione stradale, secondo la norma DIN EN 13 201. La rotatoria deve essere illuminata se le strade che conducono a essa sono anch’esse illuminate. Una buona illuminazione corrisponde a un’intensità luminosa di 20 lx sulla carreggiata nella rotatoria senza attraversamento pedonale. Il livello di illuminazione sulle strade di accesso dovrebbe essere aumentato gradualmente da 5 lx a 20 lx a seconda del limite di velocità previsto. I passaggi devono essere morbidi, per ridurre al minimo l’effetto del contrasto e consentire all’occhio umano un rapido adattamento. Inoltre, un leggero cambiamento nel colore della luce rispetto all’illuminazione stradale, contribuisce ad aumentare l’attenzione.
 

Apparecchi utilizzati

 
 
 


L’illuminazione di un attraversamento pedonale in una rotatoria è soggetta alla norma DIN 67523. In questo contesto, è fondamentale una buona riconoscibilità dei pedoni sull’attraversamento e presso le zone di attesa adiacenti, pertanto ci si avvale di un illuminamento puntiforme medio verticale di Ēv = 30 lx. Evmin è pari a 4 lx. Gli attraversamenti pedonali e le superfici di attesa devono essere illuminate nella direzione del senso di marcia. A una distanza di 100 m e dopo l’attraversamento, la luminanza deve essere pari a 0,3 cd/m2: Per ottenere questo risultato, equipaggiamo gli apparecchi stradali 99595 di speciali moduli ottici. Se la classe di illuminazione stradale M2 richiesta, (1,5 cd/m2 o 20 lx) viene raggiunta ad almeno una distanza di 50 m sia prima che dopo il passaggio pedonale, è possibile rinunciare ad un’illuminazione supplementare.
 

Apparecchi utilizzati