Illuminazione con proiettori

Illuminazione omogenea con significativo effetto a lunga distanza

Castello di Versailles: Due apparecchi quasi identici assolvono alle loro diverse funzioni nell’edificio e nel parco
Uno dei più grandi palazzi d’Europa e allo stesso tempo uno degli edifici più storici del continente crea una magia molto speciale ben oltre la Francia.

L’obiettivo del progetto di illuminazione dell’edificio barocco è quello di dare alla Castello di Versailles, con un’estensione massima di più di mezzo chilometro, un sublime effetto a lunga distanza anche al buio.

Il patrimonio dell’umanità UNESCO fino al diciannovesimo secolo è stato un modello per innumerevoli castelli. Gli apparecchi da incasso a pavimento a LED BEGA contribuiscono alla sua valorizzazione. Due apparecchi quasi identici, difficilmente distinguibili dall’esterno e che creano un aspetto generale armonioso, hanno applicazioni illuminotecniche molto diverse nel castello e nei parchi.

Incorporati negli allestimenti luminosi delle vaste aree del parco con le loro sculture e piante, ci sono questi Proiettori da pavimento in un design speciale. Speciali riflettori con loro distribuzione della luce a fascio molto stretto evidenziano i dettagli di numerose sculture e integrano le statue armoniosamente nel contesto dei giardini e delle piante potate ad arte.


Evitare l’abbagliamento nello spazio urbano

Due concetti di illuminazione per una luce uniforme, considerazione delle preoccupazioni dei residenti e protezione dagli insetti

I concetti di illuminazione negli spazi urbani possono essere realizzati sia per un’area spazialmente molto limitata che per una struttura di dimensioni maggiori:

Oltre alla funzione di allestimento luminoso si deve tenere conto delle condizioni ambientali. Evitare l’abbagliamento è quindi un requisito fondamentale. La luce schermata verso l’alto tiene conto delle esigenze di protezione degli insetti. La selezione degli apparecchi e di accessori di supporto soddisfa sia i progettisti illuminotecnici che i residenti.



Gli allestimenti luminosi presentati qui svolgono la loro funzione di valorizzazione con una luce omogenea. Tuttavia, usano concetti diversi per adattarsi alle condizioni del sito e ottenere un eccellente risultato di illuminazione per il progetto. Il sistema L’anfiteatro di Nîmes può essere illuminato con apparecchi da incasso a pavimento come wall washer grazie allo spazio disponibile più ampio. Gli apparecchi possono essere posizionati vicino all’edificio, gli osservatori si trovano dietro alle sorgenti luminose e non vengono abbagliati. La luce omogenea senza fastidiosi coni di luce nell’area inferiore è ideale per le pietre con una storia di più di 2000 anni e le loro diverse tonalità di colore.

Mostra i dettagli di riferimento

Anche per la Porta Nigra a Treviri l’assenza di abbagliamento è un fattore decisivo nella progettazione. Gli apparecchi dovevano essere installati a grande distanza dall’edificio e al di sopra dell’osservatore perché quest’ultimo si trova spesso di fronte agli apparecchi. Grazie a questo posizionamento è possibile evitare l’abbagliamento. I proiettori ad alta potenza con schermi e carter diffondono una luce direzionata per la forma irregolare dell’edificio ottenendo un’illuminazione molto omogenea. Inoltre, viene catturato quasi ogni raggio di luce e trasmesso in modo mirato solo dove è necessaria l’illuminazione.

Apparecchi allineati perfettamente con schermi e carter che orientano la luce sono installati su traverse a Treviri, per evitare l’abbagliamento di visitatori e passanti nell’area della Porta Nigra. La distribuzione della luce tiene conto anche delle esigenze di protezione degli insetti.

Mostra i dettagli di riferimento